La scuola di maglia

La scuola di maglia - copertina completa

Basilicata, 1946. Penelope, giovane e affascinante vedova piemontese di un conte lucano, abita da sola, ridotta in povertà, nel grande e decadente palazzo della nobile famiglia. Lotta per sopravvivere, tra intrighi ed amori torbidi, senza rinunciare agli adorati abitini di lusso, ai trucchi ed ai golfini attillati e dai colori accesi che tanto scandalizzano la mentalità paesana.
Costretta da una frana avvenuta nel suo rione e dal suo baldanzoso amante Antonio, che praticamente la mantiene tra ricatti ed angherie, ad accogliere in casa propria la famiglia di una popolana, la nobildonna vince la sprezzante avversione nei confronti della plebe e mette in piedi, per la sua ospite e per altre del suo ceto, un piccolo laboratorio di lavoro a maglia; tenterà, così, di portare alla luce nelle insolite allieve una femminilità e una bellezza sepolte fra logori stracci, colori smunti ed anni di prevaricazione da parte degli uomini.
Intanto, la lotta tra maschile e femminile, tra tradizione e modernità e tra Penelope ed il suo amante Antonio si farà sempre più dura e senza esclusione di colpi, mentre l’intreccio tra le storie di personaggi particolarmente caratterizzati, che ruotano intorno ai protagonisti, svelerà i retroscena di una vita difficile e faticosa per le donne del tempo.